Mix with Pistachios, My Love

DSC_1204Io amo i pistacchi e ogni tanto esagero un pò, ma mi piacciono troppo… Ora Chiara Maci ci propone un contest con i pistacchi americani, potevo mancare??? No!!!!! Ed eccomi qui a presentarvi la mia idea, legata anche al finger food, come richiesto dal contest. Gli ingredienti non sono quantificabili perchè si possono fare più porzioni, intanto vi posso dire che la parte di pane tostata è semplicemente una fetta di pane in cassetta, i pistacchi tritati sono 80 gr sgusciati – che ho usato anche per la decorazione – il pecorino sono circa 50 gr., la ricotta circa 80 gr., il philadelphia circa 100 gr. e la mortadella circa 50 gr. Ora vi spiego cosa ho fatto.

FINTI MACARONS SALATI

Ho preso dei pomodorini, li ho tagliati più o meno nella dimensione dei macarons, ho eliminato una fettina della parte centrale, poi ho tolto i semini e li ho messi sul tagliere a testa in giù in modo che perdessero la loro acqua. Nel frattempo ho sgusciato i pistacchi, li ho tritati finemente e li ho messi in una padella antiadrente senza condimento, aggiungendo il pecorino grattugiato e li ho fatti tostare, poi li ho messi a raffreddare. Dopo ho mescolato il trito di pistacchi con della ricottina fresca, ho messo la crema ottenuta in un sac a poche ed ho guarnito il centro dei pomodorini, ricongiungendoli proprio come dei macarons. Ho poi presentato con gli stessi ingredienti, con la sola aggiunta di una fettina di mortadella, la versione scomposta in un biccchierino, mettendo sotto il pomodoro formando un fiore di mortadella e farcendo tra un petalo e l’altro con la crema e guarnendo con dei pistacchi. Questo lo intitolerei LA PIANTA DEI PISTACCHI COL SUO FIORE.

DSC_1216

LA VIA DEI PISTACCHI

Qui ho immaginato un paesaggio americano, un pò brullo, dove i pistacchi nascono, fioriscono e vivono in una sorta di partenza per arrivare fino a noi. Ho usato una fetta di pane in cassetta tagliato a quadratini piccolissimi che poi ho fatto saltare in una padellina antiaderente senza condimento, quando era ben rosolato ho aggiunto una noce di burro, un poco di “sale di Cervia” e del trito di pistacchi che avevo avanzato dalla ricetta precedente e ho fatto raffreddare. Ho messo in un robot la mortadella, ho aggiunto il philadelphia e una spruzzatina di pepe bianco formando un’altra cremina e anche questa, come vedete, l’ho inserita col sac a poche. Anche di questa ho fatto due versioni, quella nel bicchierino mettendo sotto il pane e sopra la cremina, poi quella impiattata, sempre con il pane da sottofondo e sopra la cremina con decorazione di pistacchi interi.
Il tutto decorato con un pò di trito di pistacchi e gusci degli stessi riempiti di “sale di Cervia” per formare la via e per ricordare gli ingredienti usati.

DSC_1214

Questo piatto lo inserirei anche nelle rubriche “Presentazione” e “Anche l’occhio vuole la sua parte“.
Spero che questa divagazione vi sia piaciuta e come al solito vi saluto affettuosamente.

page2

DSC_1207

Cliccate qui per vedere altre foto di queste gustose ricettine.

Con queste ricette partecipo quindi al contest “The Power of Pistachios” di Chiara Maci.

LOGO - The Power of Pistachios

Ciao Mamma G.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...