Archivio tag | grana

Italia-Cina: Pollo-Riso

DSC_2193Non spaventatevi, non si tratta di una partita di calcio, ma di una ricetta molto semplice e di grande effetto. Qualche settimana fa sono andata a mangiare da un amico e ci ha presentato questo Pollo in rosa, molto buono e visto che c’è molto sughino ho pensato di accompagnarlo con un riso basmati fritto, tipica ricetta cinese. Da qui ho fatto questo simpatico abbinamento Italia- Cina. La ricetta del Riso Fritto rientra nella rubrica Preparazioni, vi potrà servire anche per abbinarlo ad altre ricette , sia italiane che cinesi.

INGREDIENTI:

– 500 gr. di riso basmati
– 1 petto di pollo intero
– farina
– latte
– 3 cucchiai di passata di pomodoro
– 10 gr. di grana grattuggiato
– olio e burro q.b.
– sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE: Per preparare il riso seguire questo procedimento: Mettere in una pentola il riso dopo averlo sciacquato più volte per togliere l’amido, salare e pepare (se volete potete aggiungere a piacimento anice stellato e cardamomo), aggiungere 700 ml. d’acqua fredda, quando bolle coprire (mai togliere il coperchio) e cuocere per 10 minuti. Spegnere, togliere le eventuali spezie e sgranare il riso con una forchetta. Poi, mentre si prepara il pollo, metterlo in una padella larga con dell’olio di soia o di arachidi e farlo friggere, fino a quando avrà preso un bel colore ed una crosticina ambrata, mescolare spesso perchè deve rimanere sgranato.

Ora passiamo al pollo: tagliarlo a quadrotti non troppo grandi, scaldare in una padella olio e burro, infarinare il pollo e farlo rosolare, salare, pepare e coprire con il latte. A metà cottura aggiungere la passata ed il grana, far restringere un pò il latte (deve cuocere circa 1 ora).

Continua a leggere

Annunci

Muffin Salati con Verdure

DSC_1951Questi muffin salati li ho copiati dalla mia amica Sabry, che ringrazio per la bontà di questa ricetta e vi rimando a lei per le dosi e la preparazione. Seguitela cliccando qui.

Questa volta mi sono attenuta rigorosamente alla ricetta di Sabry e guardate come sono venuti, posso garantire che sono buonissimi!

Cliccate qui per vedere altre foto di questi gustosi muffin.

Un saluto a Sabry e a tutti voi da Mamma G.

DSC_1958

Gnocchi alla Romana

DSC_2253Non me ne vogliano i romani, ma a casa mia sono sempre stati fatti così, immagino che anche nelle famiglie romane ci siano delle varianti. Comunque sono buonissimi ed io li faccio abbastanza spesso.

INGREDIENTI:

– 250 gr. di semolino
– 800 ml. di latte
– 1 cucchiano di sale
– una noce di burro
– 1 etto di gruviera o altro formaggio gratugiato
– 1 etto di parmigiano gratugiato
– 1 tuorlo
– noce moscata

PREPARAZIONE: Far bollire il latte col sale, il burro e la noce moscata, unire il semolino a pioggia mescolando con una frusta e far cuocere per circa 20 minuti mescolando con un cucchiaio di legno, non preoccupatevi se vi sembra troppo solido, poi aggiungendo gli altri ingredienti si ammorbidisce. Spegnere ed aggiungere il tuorlo ed il gruviera, mescolando energicamente per non far cuocere l’uovo tutto in un posto. Stendere l’impasto (dipende dalla superficie che avete a disposizione, può essere: un tavolo di marmo, una teglia unta d’olio, una superficie ricoperta di carta d’alluminio unta d’olio…) aiutandovi con una spatola con uno spessore regolare di circa 1/2 centimetro, lasciar raffreddare e poi, servendosi di un coppapasta o di un bicchierino o di una tazzina all’incirca di 5-6 centimetri di diametro, tagliare i dischi e porli in una teglia passata con un pò di burro. Adagiare i dischi leggermente sovrapposti l’uno all’altro. I ritagli avanzati possono essere rimpastati e formare un’altra spianata ed altri gnocchi, se non ne avete voglia potete riprenderli formando una palla, rivestirla di pellicola e riporla in frigo, poi vi darò una ricetta per non buttarli nella sezione Avanzi.
Intanto accendere il forno a 180°, spolverizzare a piacere con il grana e qualche fiocchetto di burro. Mettere in forno per 20/30 minuti, fino a quando non si è formata una bella crosticina sulla superficie. Se vi piacciono più croccanti, accendere il grill e controllare fino al punto di doratura desiderato.

Continua a leggere

Lasagne… Gorgonzola, Noci e Speck

DSC_1817Si, è una lasagna, ma con sapori ben diversi e decisi rispetto alla tradizionale fatta con la carne e sugo come base. Questa idea nasce dall’amore per il gorgonzola con le noci e per lo speck, che io metterei in ogni piatto. La preparazione rispecchia quella tradizionale, come vi dicevo cambiano gli ingredienti.

INGREDIENTI:

– una o due confezioni di pasta fresca in fogli
– besciamella
– 300 gr. di gorgonzola dolce
– 150 gr. di noci sgusciate
– 200 gr. di speck
– 100 gr. di parmigiano

PREPARAZIONE: Prendete le noci e tritatele finemente, tenendo da parte qualche gheriglio intero per la guarnizione, poi in una ciotola unitele alla besciamella e al gorgonzola tagliato a dadini. Prendete la teglia, metteteci un pò di composto di gorgonzola ed incominciate a mettere i fogli di pasta, il composto di gorgonzola e lo speck a pezzetti tagliati con le mani, proseguite così fino ad ultimare la pasta, l’ultimo strato sarà di gorgonzola. Poi potete decorare con fette intere di speck e i gherigli che avete tenuto da parte e una bella spolverata di grana grattugiato, se volete potete metterlo anche in qualche strato intermedio, io vi consiglio di non metterlo in tutti, perchè risulterebbe un sapore troppo forte a mio parere. Mettete in forno 180° per circa 30 minuti, comunque fino a quando vedete la superficie bella dorata.

Continua a leggere

Giovedì Gnocchi

DSC_0528Si, Gnocchi, semplici, veloci, buoni e particolari. Li ho visti fare alla Prova del cuoco tempo fà e mi sono incuriosita, li ho fatti e ne sono rimasta colpita. Provate anche voi, poi mi direte. Sono gnocchi preparati con le patate crude e non come al solito lessate prima.

INGREDIENTI

– 200 gr. di patate
– 100 gr. di farina
– 50 gr. di pancetta
– 50 gr. di grana
– burro q.b.
– olio q.b.
– sale q.b.

PREPARAZIONE: Sbucciate e grattugiate le patate (potete farlo con un robot, con la mandolina o con una grattugia), mettetele in una ciotola, salate ed aggiungete la farina poco alla volta, perchè la quantità della farina dipende dalla qualità delle patate. Mentre l’acqua bolle prendete una padella e fate rosolare la pancetta, a cubetti o a striscioline, con un pò di burro e di olio. Quando l’acqua bolle mettete gli gnocchi o fatti a chenelle o fatti, come ho fato io, con le mani a palline più o meno grandi, secondo il vostro gusto. Devono cuocere almeno 9-10 minuti, quando sono pronti scolateli e metteteli nella padella con la pancetta, mescolateli ed aggiungete abbondante grana.

N.B. Quando dovete mettere gli gnocchi nell’acqua, fate una prova con uno, se si sfalda dovete aggiungere un pò di farina. Io ho sostituito la pancetta con lo speck tagliato a striscioline, se volete va bene anche il bacon oppure il prosciutto crudo, l’importante è che sia un salume dal sapore deciso. Continua a leggere

Lasagne al profumo di Sicilia

Questa ricetta me l’ha mandata direttamente dalla Sicilia una nostra amica, che mi segue sempre. Laura avevi ragione, queste lasagne sono buonissime ed hanno riscontrato l’approvazione di tutti, ti manderò delle prove inequivocabili… Ma ora torniamo a noi.Vi metto la ricetta originale, come mi è arrivata, e poi, non volermene Laura, vi dico le variazione che ho apportato.

INGREDIENTI (per 6-8 porzioni abbondanti):

– 250 gr di lasagne fresche
– 200 gr salmone affumicato (se si ama il sapore forte e deciso si può usare quello scozzese, altrimenti usare il norvegese che è meno insistente)
– 300 gr gamberetti sgusciati bolliti o in salamoia
– 1 zucchina genovese (2 se sono piccoline)
– 1/2 cipolla
– 2 spicchi d’aglio
– 1 bicchierino di brandy
– 1 lt latte senza lattosio (per chi non è intollerante va bene il parzialmente scremato)
– 100 gr di farina 00
– 150 gr di burro chiarificato (che non contiene lattosio)
– 100 gr parmigiano grattuggiato (sempre per l’intolleranza deve essere stagionato almeno 24 mesi per perdere tutto il lattosio)
– Pistacchio di Bronte grattuggiato (non saprei dare un peso preciso… almeno 150 gr)
– olio
– sale
– pepe
– noce moscata

Continua a leggere

Riso avanzato? Arrotoliamolo…

Vi è avanzato del riso in bianco o anche un risotto? Cosa ne possiamo fare? Io mi sono inventata questo Rotolo di riso che “modestamente” è venuto bene ed è anche buono (questo non lo dico io, ma la mia famiglia, che è molto critica). Avevo del riso in bianco, condito solo con un po’ di olio, l’ho fatto raffreddare (potete farlo anche il giorno dopo), poi ho aperto il frigorifero ed ho trovato del prosciutto cotto, della fontina, del philadelphia ed ho deciso… ora vi spiego cosa.

INGREDIENTI:

– riso avanzato
– prosciutto cotto
– fontina
– philadelphia
– grana grattuggiato
– 1 uovo
– carta forno

PREPARAZIONE: Prendete una ciotola dove metterete il riso con l’uovo e il grana e mescolate bene in modo che si compatti bene. Prendete un foglio di carta forno abbastanza grande per poterci stendere il riso e formate un rettangolo alto circa 1/2 centimetro (fate questa operazione con le mani bagnate in modo da poter schiacciare bene il riso). Ora mettete per i 3/4 della lunghezza il prosciutto e i formaggi (per la quantità dipende da quello che avete in frigo e dai vostri gusti) poi, con l’aiuto della carta formate un rotolo, tipo strudel, legatelo alle estremità e mettete in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti. Servire tagliato a fette.

Continua a leggere